Ultima modifica: 20 Maggio 2021

Premiazione pietre della memoria – motivazioni della giuria

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA PREMI SCUOLE PARTECIPANTI SECONDARIE DI 1° GRADO – EMILIA ROMAGNA

Gli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di Castrocaro e Dovadola dell’I.C. Valle del Montone hanno censito con cura numerose “pietre” dimostrando un notevole e meritevole impegno. Oltre alle numerose schede, compilate con particolare attenzione, sono stati prodotti, come patrimonio da condividere, documenti appartenenti a storie personali. Gli studenti hanno realizzato altresì 20 cortometraggi audio\video nei quali i testimoni hanno ricordato episodi legati alla loro storia personale riferita al periodo bellico, che diventa così storia comune.

Infine, quest’anno, l’elaborato “Trekking della Resistenza”, molto apprezzato dalla commissione, è stato valutato come vero e proprio “itinerario della memoria”. L’itinerario viene raccontato dagli studenti partendo dalla realtà attuale e sottolineando, gli edifici, i luoghi e le emergenze naturalistiche più importanti di Castrocaro e di Terra del Sole (i castelli, le torri, le terme). Successivamente il racconto approfondisce gli eventi drammatici accaduti durante la seconda guerra mondiale, tramite numerosi documenti archivistici che si raccordano con quanto riferito dai testimoni storici nelle numerose interviste realizzate dagli studenti. Gli studenti proseguono nell’”itinerario della memoria” seguendo nel territorio le “pietre” censite, contestualizzandole storicamente attraverso i numerosi documenti di archivio, le testimonianze e le numerose immagini ricercate relative ad ogni episodio drammatico ricordato dalle “pietre” stesse e vissuto dalle persone i cui nomi sono riportati su di esse. Il video di alto valore, fornisce allo studioso o al semplice turista, informazioni utili per conoscere, in modo approfondito, gli eventi storici di un passato tragico legato a quel territorio, che vive ancora oggi attraverso i monumenti eretti a memoria dei sacrifici che uomini e donne hanno vissuto: un passato che non deve essere dimenticato, in particolar modo dalle giovani generazioni, futuri cittadini consapevoli delle proprie radici. Per il lavoro e l’impegno profuso e per il ricco materiale prodotto, gli studenti meritano il primo premio.